C1: Aposa – Fidenza 6-1

Quarto risultato utile consecutivo in campionato, e seconda vittoria di fila per l’Aposa che si piazza così in settima posizione in classifica, al pari di Rimini e Young Line, a quota 10 punti. Dopo un primo tempo sottotono, la squadra bolognese  viene fuori nella ripresa, giocata con ben altro piglio, e si impone per 6 a 1. Prossimo impegno per l’Aposa Sabato 6 Dicembre in trasferta a Castel Bolognese contro il Castello.

APOSA: Meliadò (cap), Pescari, Marzola, Bassoli, Bellucci, Improta, Parmeggiani, Marchi, Ruffo, Righi, Fantini. All. Milani

FIDENZA: Caravaggi, Cella, Di Spirito (cap), Tinelli, Marazzi, Agazzi, Oki, Paraboschi, Rabizzoni, Bosi, Colicchia, Bruzzi.

MARCATORI: 15° p.t. Righi(A) 3° s.t. Bellucci(A) 7° s.t. Marchi(A) 11° s.t. Marzola(A) 19° s.t. Righi(A) 25° s.t. Paraboschi(F) 29° s.t. Improta(A)

AMMONITI: Cella e Marazzi, entrambi del Fidenza

Ottava giornata di campionato che vede difronte alla Palestra Corticella di Bologna i padroni di casa dell’Aposa e gli sfidanti del Fidenza. Tra i bolognesi spiccano le assenze di Dellapè squalificato, Stanghellini influenzato e all’ultimo minuto anche Sernesi non può essere della partita. In panchina Milani sostituisce Iattoni, vittima di un infortunio al ginocchio che lo ha messo temporaneamente fuori uso…in bocca al lupo mister!!!

dopo una prima fase di studio il primo pericolo vero arriva al 7°, ed è bella la triangolazione Marzola, Ruffo, Bellucci, che porta quest’ultimo alla conclusione, ma la palla finisce fuori dallo specchio della porta. Si fa pericoloso il Fidenza che va al tiro prima con Oki e poi con Tinelli, ma ci vuole ben altro per impensierire Meliadò. Al 13° ci prova su calcio di punizione Marzola, Colicchia respinge, ma nessun bolognese è pronto al tapin vincente. Al 15° palla a Righi che da fuori area non ci pensa un attimo e da fermo calcia a rete trovando il suo primo gol in campionato, che vale il vantaggio bolognese. Dopo una conclusione di Improta respinta dal portiere al 17°, la parte finale del primo tempo è tutta a favore del Fidenza che si rende pericoloso con Di Spirito che non trova la porta dopo una respinta di Meliadò al 25°, ed un minuto dopo calcia a fil di palo dal limite dell’area. Al 29° contropiede di Oki, ma la sua conclusione è fuori, ed infine è ancora Di Spirito a cercare il gol, ma Meliadò fa’ buona guardia. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1 a 1 con l’Aposa non certo brillante, ed il Fidenza che ha creato di più, e forse avrebbe meritato il pareggio.

Avvio di ripresa con l’Aposa che appare trasformata ed al 1° minuto è sfortunata quando il palo respinge la conclusione di Marzola. Al 3° però i bolognesi raddoppiano: Bellucci serve sulla destra Ruffo che rimette al centro la palla per lo stesso Bellucci che non ha problemi a segnare. Al 7° calcio di punizione per l’Aposa e per lo specialista Marchi non è difficile trovare l’angolino basso alla sinistra di Colicchia, trovando così il secondo gol su punizione della stagione che vale il 3 a 0. Dopo la punizione Marchi con un lancio dalle retrovie degno del miglior Pirlo mette Improta da solo davanti al portiere avversario, ma il pivot bolognese è sfortunato e colpisce il palo. Al 10° ancora protagonista Improta che in contropiede si fa’ però anticipare dall’uscita di Colicchia. All’11° Marzola prende palla a centrocampo, avanza, si infila tra due avversari e batte Colicchia in uscita: 4 a 0 e partita virtualmente chiusa. Al 19° arriva anche il quinto gol con Righi che sfrutta al meglio l’assist di Bellucci e realizza così la sua personale doppietta, prima in serie C1 per il classe ’94 bolognese. Al 22° ci prova ancora Improta, ma oggi per lui non sembra una giornata fortunata e la conclusione finisce alta. Al 23° traversa di Paraboschi, che è solo il preambolo del gol del Fidenza che arriva al 25°, proprio con Paraboschi. Al 29° è finalmente il momento di Improta che da destra calcia incrociando e battendo Colicchia per il gol del definito 6 a 1 per l’Aposa.

Ad un brutto primo tempo è seguita una ripresa invece di tutt’altro spessore da parte dell’Aposa che ha dominato la seconda frazione di gioco. Peccato solo per il gol subito che era decisamente evitabile per come è arrivato, con tutta l’Aposa avanti e rete avversaria in contropiede. Il Fidenza ha retto un solo tempo, poi nella ripresa è crollata sotto i colpi dei bolognesi.

Prossimo impegno per l’Aposa Sabato 6 Dicembre in trasferta contro il Futsal Castello a Castel Bolognese.

Leave a Reply