C1: È PER OSTERIA L’ULTIMO RESPIRO

È andata in scena la battaglia che ci si aspettava sul piccolo rettangolo delle “Serotti” di Osteria Grande: ribaltamenti di fronte continui, inerzia della gara con rapidi cambi di controllo tra le contendenti, emozioni fino al 61′.

Parte forte Osteria ed Aposa si allinea dando vita ad un primo tempo al massimo livello di intensità agonistica, ma sono I verde-neri, guidati in panchina Mister Bassi in assenza di Filippo Luciani, a guadagnarsi il primo doppio break con Mattioli ed Aicardi (nella foto).

Inizio ripresa il punto di svolta della battaglia: Aposa ha un black-out temporaneo ed in 7 minuti Malafronte ed il solito Menghetti con una tripletta (in 3 minuti) mettono una mano sulla partita. Scossa verde-nera e si torna all’equilibrio con Cristillo e Pirazzini costretti ai lavori straordinari per difendere I propri pali: la bandiera Improta accorcia il gap, Campagna lo ristabilisce.

Finale degno di una finale vera: Toschi rimette in gioco Aposa ed in over-time è Pirazzini a negare il pari con un intervento decisivo.

La roulette premia I padroni di casa, senza lasciare segnali brucianti alla prova dei verde-neri, pronti a lavorare al rientro di Mister Luciani sulle pause di intensità pagate a caro prezzo.

Leave a Reply