Coppa Juniores: Ponte Rodoni – Aposa 6-4

Una brutta sconfitta per la juniores Aposa in coppa contro il Ponte Rodoni. Serviva una vittoria per continuare a coltivare il sogno di approdare ai quarti di finale, ma è arrivata una sconfitta. Fortunatamente il Kaos ha battuto la Virtus Cibeno, e dunque tutto si deciderà Domenica 15 Marzo quando ci sarà la sfida diretta tra Aposa e Virtus Cibeno a Bologna, per decidere chi passerà come seconda classificata del girone B dietro al fortissimo Kaos Futsal.

PONTE RODONI: Caccavale, Cristofori, Marini, Osti, Padovani, Urbanski, Volpi, Zaffoni(cap), El Ouahhaby, Zerbini. All. Toselli

APOSA: Attanasio(cap), Marcuz Lor, Lombardi, Giusti, Maltinti, Giannone, Marcuz Leo, Alimena, Baptista, Ruffo, Soldati, Turrini. All. Massari

MARCATORI: 9° p.t. Giannone(A) 27° p.t. Zerbini(P) 30° p.t. Cristofori(P) 4° s.t. El Ouahhaby(P) 5° s.t. Baptista(A) 8° s.t. Cristofori(P) 15° s.t. aut. El Ouahhaby(P) 19° s.t. El Ouahhaby 29° s.t. Cristofori(P) 31° s.t. Soldati(A)

Sesta giornata di coppa che vede difronte al Palacinghiale di Ponte Rodoni la formazione locale opposta all’Aposa. Ponte Rodoni ormai fuori dai giochi per il passaggio del turno, mentre l’Aposa è ancora in corsa con la Virtus Cibeno per agguantare la seconda posizione utile per approdare ai quarti di finale.

Buona partenza dei bolognesi che sembrano padroni del campo e vanno in vantaggio al 9° minuto con Giannone che calcia di prima intenzione sull’assist da calcio d’angolo di Ruffo. Ancora Giannone arriva alla conclusione dopo uno scambio con Lombardi, ma Caccavale chiude bene in uscita bassa. Cala l’Aposa e sale di tono il Ponte Rodoni che arriva alla conclusione con Volpi, su cui Attanasio compie una parata in due tempi, e con Cristofori che calcia alto da buona posizione. Rischia ancora l’Aposa al 23° quando direttamente da calcio di punizione Cristofori colpisce in pieno il montante alla sinistra di Attanasio. Il portiere bolognese compie una bella parata su Zerbini, ma al 27° è lo stesso Zerbini a partire in contropiede e battere Attanasio per il pareggio dei locali. Prima della fine del tempo da calcio di punizione Cristofori porta in vantaggio il Ponte Rodoni. Si va così al riposo con i padroni di casa avanti 2 a 1.

Parte forte il Ponte Rodoni nella ripresa, sfiorando subito il gol con Zaffoni, ma Attanasio respinge. Al 4° calcio di punizione di seconda che Cristofori tocca per El Ouahhaby e la palla finisce in rete: 3 a 1. Un minuto più tardi calcio di punizione per la formazione bolognese che Turrini tocca a Baptista il quale trova il sette alla sinistra di Caccavale: 3 a 2 e partita ancora aperta. All’8° il Ponte Rodoni sembra chiudere la partita con la rete di Cristofori che ribadisce in rete una respinta di Attanasio, ma al 15° la sfortunata autorete di El Ouahhaby sembra riaprirla. Non è così perchè al 19° è lo stesso El Ouahhaby a chiuderla, e al 29° è ancora Cristofori, ancora da calcio piazzato, a rendere il passivo più pesante. Non è finita perchè al 31° Cristofori colpisce il secondo palo della sua partita, e sugli sviluppi dell’azione Soldati dalla parte opposta accorcia le distanze, segnando il suo primo gol in Juniores, proprio nel giorno del suo esordio. Finisce 6 a 4 per il Ponte Rodoni.

Primo tempo diviso a metà, con la prima parte favorevole all’Aposa, e la seconda di marca bondenese. Nella ripresa tanta confusione in campo, tanti contropiedi, tanti errori e tanti gol con il Ponte Rodoni che è apparso più determinato e concreto, rispetto invece ad un’Aposa che ha giocato più sulle individualità che sul gioco corale. Nota negativa sono i tre gol subiti dai bolognesi da calcio di punizione, aspetto su cui bisognerà lavorare molto durante le feste perchè tanti sono stati in questa parte di stagione i gol subiti da calcio piazzato. L’unica nota positiva è che il Kaos, che vince il girone ed approda ai quarti, ha battuto la Virtus Cibeno, pertanto tutto è ancora aperto per il passaggio del turno tra Aposa a quota 9 punti e Cibeno a quota 12 punti. Le due squadre si affronteranno il 15 Marzo a Bologna nell’ultima giornata di coppa. L’Aposa dovrà vincere per forza se vorrà approdare ai quarti visto che in caso di arrivo a pari punti verrà premiata la vincitrice dello scontro diretto. Anche vincendo oggi sarebbe comunque poi servita una vittoria contro il Cibeno; il pareggio avrebbe premiato i carpigiani in virtù della migliore differenza reti. Magra consolazione in un weekend negativo per la società bolognese.

Leave a Reply