Dopo il bel gioco e i pareggi.. si vince!

Serie D – xix giornata

Aposa FCD vs Airone FC: 4 – 1 (p. t. 2 – 0)

Aposa FCD: Meliadò, Cavicchi (cap.), Improta, Pozzi, Marchi, Brandolini, Al Kaachi, Corradin, Ettorre, Palmieri, Rabasco, Ghinato. All. sig Milani

Marcatori: Brandolini, Ettorre, Marchi, Pozzi

Ammoniti: Corradin, Al Kaachi

La partita

Ennesima partita da piani alti allo Shakespeare, dove l’Aposa affronta l’Airone, che la precede in classifica e con cui si duella nella speranza di un posto ai playoff.

Inizio fulminante dei verdeneri, in gol dopo il tempo di un Amen grazie a Brandolini, bravo ad appostarsi sul secondo palo per la più classica delle marcature da calcetto. Il vantaggio non deconcetra i ragazzi di mr. Milani che costringono gli avversari ad affidarsi a sterili lanci lunghi e ad estemporanee ripartenze su cui Meliadò è tuttavia sempre molto attento. La pressione offensiva verdenera non scema e porta al raddoppio: corta ribattutta del portiere ospite su tiro dalla lunga distanza ed Ettorre che ben posizionato coglie la sfera ed insacca. Si va al riposo sul meritato 2 a 0 per i padroni di casa.

Ripresa che incomincia con un Airone decisamente più offensivo ed un’Aposa in difficoltà e che fatica ad uscire dalla propria metà campo, ma trova in Meliadò un muro insuperabile. Su una colossole disattenzione verdenera gli ospiti riescono tuttavia ad accorciare le distanze: palla che esce sul fondo, i padroni di casa credono che sia rimessa dal portiere ed invece l’arbitro assegna l’angolo agli avversari che, abilissimi, lo battono in un attimo trovando l’uomo solo al centro area che segna senza marcatura la più facile delle reti. Mr. Milani striglia i suoi ragazzi e questi non si demoralizzano, riuscendo anche, finalmente, a riproporre il proprio gioco offensivo. A togliere le proverbiali castagne dal fuoco provvedono Marchi e Pozzi, che mettono il loro nome fra i realizzatori sfruttando anche due indecisioni del comunque bravo estremo difensore dell’Airone. Ultimi minuti convulsi, con gli ospiti che tentano la carta del portiere di movimento, ma finiscono la gara in quattra causa espulsione di un proprio giocatore. Il punteggio però non cambia e l’Aposa festeggia tre punti importantissimi.

Il commento

Ottima vittoria per i bolognesi, che continuano così la loro non facile corsa alla zona play-off. Al momento non è ancora possibile pesare le chance verdenere: affrontati tutti i recuperi si vedrà se quelli dell’Aposa sono solo sogni o, come speriamo tutti, qualcosa di più concreto.

Leave a Reply