Juniores: Aposa – Imolese 3-2

Terza vittoria consecutiva per i ragazzi di mister Massari che salgono così a quota 10 punti in classifica, a tre punti dai play off, e con 5 punti di vantaggio sulle inseguitrici, in attesa di andare a Ferrara Domenica prossima 7 Dicembre ad affrontare il Kaos, prima della sosta del campionato.

APOSA: Attanasio (cap), Marcuz Lor, Lombardi, Giusti, Maltinti, Venturi, Marcuz Leo, Baptista, Mattioli, Sghinolfi, Turrini. All. Massari

IMOLESE: Lepore, Casà (cap), Nappi, De Vita, Magnani, Palloni, Ferrara, Marchese, Perna, Bousaid, Boustial. All. Fabbri

MARCATORI: 9° p.t. Marchese(I) 9° p.t. Maltinti(A) 23° p.t. Baptista(A) 2° s.t. Marchese(I) 23° s.t. Baptista(A)

AMMONITI: Baptista e Maltinti, entrambi per l’Aposa

Ottava giornata di campionato alla Palestra Baratti di Bologna, dove si affrontano Aposa e Imolese con i bolognesi avanti di 3 punti agli avversari, i quali cercano l’aggangio.

Avvio veemente per l’Aposa che arriva alla conclusione con facilità in più occasioni. Al 2° il tiro di Baptista viene respinto dal portiere avversario, al 4° prima Baptista e poi Mattioli calciano fuori, ed al 6° è la traversa a dire di no a Baptista che ci ha provato dalla distanza. Se per la formazione bolognese la rete non arriva, agli imolesi basta un’occasione per portarsi in vantaggio: punizione di Marchese al 9°, barriera che si apre e palla in fondo al sacco. Non passa nemmeno un minuto però che l’Aposa pareggia: lancio lungo di Attanasio per Maltinti che stoppa e batte con freddezza Lepore per l’1 a 1. Al 13° il palo salva Attanasio sulla conclusione deviata di Magnani. Al 15° bella palla di Sghinolfi sul secondo palo, ma Turrini è in ritardo. Al 18° Maltinti commette fallo in area su Magnani, ma Attanasio respinge la conclusione dai sei metri di Marchese. Al 23° Baptista prova un tiro dalla distanza; la conclusione non è potente ma precisa e si infila alle spalle di Lepore. Si va al riposo sul 2 a 1 per l’Aposa.

Avvio di ripresa favorevole all’Imolese che al 2° minuto trova subito il pareggio con un tiro da sinistra verso destra di Marchese. Potrebbe tornare in vantaggio l’Aposa un minuto più tardi ma Mattioli, imbeccato con un lancio lungo, si fa’ ipnotizzare da Lepore e gli tira addosso. Ancora Mattioli protagonista al 9° quando salta anche il portiere, ma la conclusione finisce sul palo. Non succede granchè fino al minuto 21 quando Casà costringe agli straordinari Attanasio con una conclusione da fuori area. Al 22° Baptista parte dalla sua area in contropiede, salta il portiere avversario e deposita in rete il pallone del 3 a 2 bolognese. Al 24° ancora un’occasione per Mattioli, ma la sua conclusione si spegne sull’esterno della rete. Al 26° Attanasio con un’uscita a valanga salva una situazione intricata, e al 28° respinge la conclusione da calcio di punizione di Marchese. Sempre al 28° ultima grande chance di fare gol per Mattioli che su lancio lungo di Maltinti prova a beffare il portiere avversario che è fuori dai pali, ma il pallonetto è fuori misura. Dopo una mancata deviazione imolese sul secondo palo, l’ultima occasione della partita è bolognese al 30° con Baptista che scende sulla fascia destra ed invece di mettere al centro per il liberissimo Sghinolfi, prova la conclusione diretta a rete che però finisce a lato. Finisce dunque 3 a 2 per l’Aposa che sale così a 10 punti in classifica, mettendo un divario di 5 punti tra se e le inseguitrici.

Una buona Aposa nella prima parte del primo tempo, ma che poi è calata di tono disputando un secondo tempo così così, andando a soffrire molto nel secondo tempo quando l’Imolese pur senza avere tante nitide occasioni da rete, ha avuto un dominio territoriale evidente, lasciando all’Aposa solo ripartenze in contropiede, peraltro gestite male e fallite. E’ una vittoria però che serve molto ai bolognesi che così non perdono il contatto con la zona play off che è lì davanti a soli 3 punti, ma soprattutto mette un divario in classifica di 5 punti con le inseguitrici, in attesa di andare a Ferrara, ospite del Kaos, Domenica prossima 7 Dicembre, per quella che sarà molto probabilmente la partita più difficile del campionato.

Leave a Reply