LA RABBIA E L’ORGOGLIO

Campionato regionale serie C1

APOSA – VIRTUS CIBENO 1 – 3 (p.t. 0-0)
Marcatore Aposa: Guio.

Aposa: Fantini, Cerulli, Masetti, Guio, Toschi, Mattioli, Do Nascimento, Fadiga, Dellapè, Fontana, Improta, Marchi.
All. Vicchi-Croci
Ammonito: Fontana

IMG-20160221-WA0001 [16424]

Partiamo dal fondo, il fondo della giornata numero 18, di una classifica che non aspetta più e le parole di Oriana Fallaci sembrano adattarsi perfettamente come nuovo logo sui colori verde-neri per questo finale di stagione.
La freschezza e l’entusiasmo della prima in panchina di Mr Vicchi ed in campo di Do Nascimento non bastano ad evitare la sconfitta contro un Cibeno quadrato ed efficace, che conferma l’ottima impressione della gara di andata.
Primo tempo che scorre nel prendere le misure all’avversario con poche vere occasioni ma buon agonismo: bilancia del possesso palla che pende a favore degli ospiti,  bravi a velocizzare quando verticalizzano, e padroni di casa pericolosi in contropiede.
Il gol di Guio (nella foto) con un tiro velenoso da posizione defilata apre le danze nella ripresa e segna il miglior momento Aposa, che cresce prendendo in mano il volante della partita.
Ma la paura è il giocatore in più contro: un errore individuale in copertura (abitudine consolidata di questa stagione) favorisce il pareggio. La partita si scalda ed i padroni di casa hanno la colpa di commettere gli stessi errori individuali anche a 2 passi dal vantaggio.
A consegnarlo invece nelle mani dei modenesi è un calcio d’angolo battuto dai bolognesi direttamente sui piedi del contropiede avversario.
Assalto finale alla ricerca del pareggio con Dellapè portiere di movimento senza esito, anzi il sesto fallo porta i modenesi al tiro libero, respinto da Fantini in prima battuta ma non sul tap-in successivo.
Sabato amaro, come di amaro sanno molte recenti sconfitte. E dietro l’angolo lo “spareggio” con il Forlì sabato prossimo alla Corticella. Unica strada aggredire il campo liberi da quella paura che solo chi può fare calcoli può permettersi e recuperare in fretta quella fiducia che la societá continua imperterrita ad avere in questo gruppo.

Rabbia e Orgoglio Aposa!

Leave a Reply