Prestazione super!

Un’Aposa (finalmente) davvero convincente si impone in trasferta, ospite del Forlimpopoli, vincendo 7 a 2. Sugli scudi Dellapé, di rientro dalla sosta natalizia, autore di un poker; tutta la squadra, tuttavia, oggi merita solo degli applausi.

Serie C2 – xvi giornata, 19 gennaio 2012

Forlimpopoli Vs Aposa FCD: 2 – 7 (p.t. 0 – 4)

Aposa FCD: Bassini, Marchi, Dellapé, Apaza Napa, Nunez Apaza, Pozzi, Bellucci, Zazzetta, Blotta, Bassoli, Teglia, Meliadò (cap.). All. sig Milani

Marcatori: Zazzetta, Dellapé, Bassoli, Dellapé, Dellapé, Dellapé, Zazzetta, F, F.

Ammonito: Teglia

La cronaca

Inizia in casa del Forlimpopoli il girone di ritorno dell’Aposa. La sfida odierna è la terza fra le due formazioni: in entrambi i due precedenti incontri si sono affermati, sempre a domicilio, i bolognesi, vittoriosi per 4 a 1 in campionato e per 4 a 0 in Coppa Emilia.

Primi minuti tutti di marca forlivese, con almeno tre buone azioni per la squadra di casa a cui un Meladiò oggi in gran forma risponde sempre presente negando la marcatura. Sulla prima sortita pericolosa dell’Aposa arriva però il gol, con Pozzi abile a rubare palla sulla tre quarti e rapidissimo nell’innescare il contropiede scaricando per Dellapé che è bravo a mettere palla sul secondo palo per Zazzetta cui spetta solo l’onore di appoggiare in rete. Lo svantaggio rappresenta una vera e propria doccia fredda per i forlivesi che un po’ si demoralizzano e lasciano più gioco ai verdeneri guidati da un Zazzeta scatenato. Il pivot bolognese tuttavia prima trova sulla sua strada il portiere avversario lesto a salvare la propria porta, poi su calcio di punizione dell’esordiente Teglia non trattenuto dall’estremo difensore non è rapido ad insaccare in rete. Dopo un paio di occasioni sbagliate arriva però il gol di Dellapé, probabilmente rinfrancato dalla vacanza in terra argentina, che riceve palla solo sul secondo palo da Pozzi. L’inerzia della gara scivola prepotentemente a favore dei bolognesi, e così si arriva alla terza marcatura, con Bellucci che ruba palla e serve, ancora sul secondo palo, Bassoli, che realizza il 3 a 0. Il Forlimpopoli tenta una reazione al 23′, ma è ancora una volta bravissimo Meladiò a chiudere la saracinesca agli attaccanti avversari. Cinque minuti dopo arriva il 4-0 con cui si chiude il primo tempo: ancora una volta Dellapé ruba palla e si invola in uno contro uno con il portiere segnando sotto le gambe di quest’ultimo in uscita. Proprio sullo scadere sfiora la marcatura anche Blotta, pregevole nel liberarsi e calciare di punta, ma la sua conclusione impatta sulla traversa, accarezza la riga di porta, ma poi esce.

La ripresa incomincia con un’Aposa ancora tonica e aggressiva, Zazzetta e Pozzi tentano di arrotondare il bottino ma senza riuscire a trovare il gol. I padroni di casa reagiscono aumentando la pressione nel tentativo di recuperare, riescono così a produrre anche alcune buone occasioni ma Meliadò è sempre pronto ad opporsi. Al 12′ sono i bolognesi a trovare la quinta rete, con Dellapé, servito sul secondo palo da Bassoli che mette così fuori causa il portiere romagnolo. Al 18′ cerca gloria anche Bellucci, bravo a smarcarsi ma sfortunato nel cogliere il palo. Il Forlimpopoli si getta dispertamente in avanti e carica di falli i ragazzi di mr. Milani, ma non raccoglie marcature. Ad andare ancora in gol, anzi, sono proprio gli ospiti, micidiali per due volte in contropiede, la prima ancora con Dellapé ben servito da Zazzetta, e la seconda sempre con Zazzetta, implacabile nel ribadire in rete una parata del portiere. Ultimi minuti con un’Aposa carica di falli che concede un po’ di più, e subito arriva la rete romagnola, con Meliadò che si oppone ad una prima conclusione ma nulla può su quella immediatamente successiva. La marcatura rinfranca i padroni di casa che hanno subito dopo un’altra ghiotta occasione, un calcio di rigore, che però l’estremo difensore dell’Aposa è abilissimo nel neutralizzare. A tempo scudata arriva infine la seconda rete del Forlimpopoli, su una ribattuta di un tiro libero inizialmente parato sempre da Meliadò.

Il commento

Molto soddisfatto il ds Canaider: “Questa era una partita difficile, contro una bella squadra, uscita rinforzata dal mercato dicembrino, che appena una settimana fa ha bloccato sul pareggio la corazzata Valsa, e dopo una settimana in cui non ci siamo allenati come volevamo causa maltempo. Abbiamo ottenuto una vittoria convincente, ora però insistiamo nel lavorare duramente, senza voli pindarici. Siamo un bellissimo gruppo, dimostriamolo sul campo”.

Leave a Reply