Prima trasferta, seconda vittoria!

Un’Aposa convincente si impone con autorità in casa di una diretta concorrente per la lotta alla salvezza. La squadra continua il suo cammino di crescita in questo positivo inizio di campionato.

Serie C2 – ii giornata, 29 settembre 2012

Polisportiva 1980 Vs Aposa FCD: 1 – 5 (p.t. 1 – 3)

Aposa FCD: Ghinato, Marchi (cap.), Ciccarelli, Improta, Gentilezza, Dellapé, Bassoli, Nunez Apaza, Bellucci, Carpino, Pozzi, Bassini. All. sig. Andrea Milani

Marcatori: Dellapé (3), Pozzi (2)

La cronaca

In quel di Bertinoro si disputa il match tra la locale Polisportiva 1980 ed Aposa FCD; entrambe le formazioni sono ripescate e con ambizioni di permanenza nella categoria.

I minuti iniziali vedono gli ospiti impostare il proprio gioco a fronte dei romagnoli che li aspettano ordinatamente dentro la propria metà campo. La superiorità verdenera è però sterile e rendersi pericolosa per prima è la Pol. 1980, ma Ghinato, oggi autore di un’ottima partita, non si fa cogliere impreparato deviando in uscita la palla a lato. Il pericolo scampato sveglia i verdeneri, che iniziano a risultare più incisivi in attacco, creando diverse occasioni da gol che però non vengono sfruttate fino a quando Marchi imbuca un’ottima palla per Pozzi, il quale sigla l’1 a 0. I padroni di casa tentano una timida reazione che impatta però contro la prontezza del portiere bolognese, e devono anzi subire il raddoppio dell’Aposa, con una palla scaricata sul secondo palo da Ciccarelli ancora per Pozzi, alla sua prima doppietta in C2. In una fase in cui, però, l’inerzia della gara sembra tutta di parte ospiti, ecco che è invece la Pol. 1980 ad accorciare le distanze, con un tiro da rimessa laterale che viene indirizzato verso la porta di Ghinato incolpevolmente spiazzato da una deviazione decisiva. La doccia fredda non spegne però l’ardore agonistico felsineo, ed è subito Dellapé a ristabile la doppia distanza, a coronamento di una bella azione manovrata a due tocchi in cui l’argentino dialoga con Ciccarelli, ricevendo infine da questo una splendida palla smarcante che chiede solo di essere appoggiata in porta. Tre a uno, e si va al riposo.

La ripresa inizia  sullo stesso canovaccio del primo tempo, con l’Aposa che costruisce gioco e i padroni di casa che si difendono, aumentando tuttavia la pressione sul portatore di palla, così da mettere un po’ in difficoltà i verdeneri. A risolvere alcune situazioni difficili provvede però sempre un presentissimo Ghinato. Al portiere bolognese risponde però il suo pari ruolo avversario, abile a contenere le sortite bolognesi, ma che deve però capitolare altre due volte innanzi a Dellapé. L’argentino, infatti, prima segna la quarta rete di giornata con una staffilata che accarezza il palo in basso alla destra dell’estremo difensore forlivese, poi concretizza un buon assist di Pozzi realizzando una personale tripletta. Nel finale i padroni di casa cercano di accorciare le distanze ma uno strepitoso Ghinato, già a terra , riesce a parare con il piede di richiamo il pallonetto tentato dalla punta avversaria. Finisce 5 a 1 e negli ultimi minuti c’è spazio anche per il giovane Nunez Apaza, all’esordio in C2

Il commento

Buona prestazione dei verdeneri, che conquistano la seconda vittoria in due partite. Classifica che recita però solo 3 punti, in attesa della definizione del ricorso presentato dal Forlimpopoli, vertente sull’irregolare presenza tra i dirigenti in distinta del ds Canaider. C’è tuttavia profonda fiducia e convinzione che il risultato del campo sarà omologato e per l’Aposa ci sarà, eventualmente, solo una sanzione pecuniaria.

Leave a Reply