Primo punto!

Un’arcigna Aposa ferma in casa per 1 a 1 la corazzata Castello, seria candidata alla vittoria finale. Dopo un primo tempo senza reti, la partita si anima nella ripresa, con Improta che segna il primo gol verdenero in C1.

Serie C1 – ii giornata, sabato 14 settembre 2013

Aposa FCD Vs Castello: 1 – 1 (p.t. 0 – 0)

Aposa FCDMeliadò (cap.), Fantini, Pizzuto, Marzola, Ruffo, Improta, Carpino, Bellucci, Pozzi, Amodeo, Marchi, Bassini . All. sig. Dalena

Marcatore: Improta

Ammoniti: Amodeo, Meliadò

La cronaca

Esordio in casa in C1 per l’Aposa, chiamata a riscattare la netta sconfitta esterna contro il Faventia. L’avversario del giorno, il Castello, è però formazione temibilissima e con note ambizioni di promozione.

Fischio d’inizio e gara si incanala secondo le aspettative, con i padroni di casa un po’ timorosi e pallino del gioco nei piedi degli avversari, che però non trovano il varco giusto e devono anzi, ben presto, cercare di coprirsi dalle ripartenze verdenere. Poco spettacolo, appena un palo scheggiato da segnalare per l’Aposa, e tanta tattica, con i portieri attenti protagonisti da ambo i lati. Passano i minuti ed  il ritmo invece di aumentare diminuisce, così si va all’intervallo a reti inviolati.

Ripresa di ben altro tenore, con entrambe le squadra che cercano con più convinzione la via della rete, ma è il Castello ad avere le occasioni migliori. Proprio però nei minuti in cui il forcing termale pare più convincente, arriva la marcatura verdenera con Improta, lesto a colpire sul secondo palo. Gli ospiti sono momentaneamente sorpresi, ma vacillano solo per un attimo, e trovano subito il pareggio grazie ad un’amnesia verdenera su calcio d’angolo. Il Castello avrebbe anche la possibilità di ribaltare il risultato, ma la traversa grazia l’Aposa, che però, risvegliatasi, riprende a farsi vedere dalle parti del portiere avversario. Le ultime occasionissime sono per i padroni di casa, che prima non riescono a concretizzare un tiro libero battuto da Pizzuto e poi trovano, con Amodeo, una superba parata dell’estremo difensore termale che divide, definitivamente, la posta in palio.

Il commento

Soddisfatto a fine gara il d.s. Canaider: “Un buon punto contro una squadra importante. Peccato per non essere riusciti a concretizzare alla fine l’opportunità del tiro libero, ma il pari è probabilmente il risultato più giusto”.

Leave a Reply