Sconfitta ma senza crolli

I verdeneri cedono per 4 a 2 in casa della più quotata Young Line, interrompendo così la mini-striscia positiva di due vittorie. Nonostante l’insuccesso, tuttavia, non sono mancati i segnali positivi.

Serie C1 – xiv giornata, sabato 30 novembre 2013

Young Line Vs Aposa FCD: 4 – 2 (p.t. 1 – 0)

Aposa FCD: Meliadò (cap.), Ciccarelli, Nunez Apaza, Zemmouri, Marzola, Ruffo, Gentilezza, Bellucci, Pozzi, Stanghellini, Marchi, Bassini. All. sig. Dalena

Marcatori: Marchi, Ciccarelli

Ammonito: Bellucci

La cronaca

A pochi mesi dal successo in Coppa Emilia che valse la C1 l’Aposa torna ad Imola, ospite di una Young Line che, complici anche ben altre disponibilità, si sta avviando verso una tranquilla salvezza.

Fin dai primi minuti la sfida vede un’Aposa chiusa in difesa, attenta a non subire eccessivamente il pressing locale, per poi colpire in contropiede. Le occasioni non mancano, ma a farla da padrone, come spesso accade, è l’imprecisione felsinea, mentre la Young Line, più concreta, trova a metà tempo il gol del vantaggio. La rete subìta scuote per un momento i verdeneri, che tentano, con scarso successo, una reazione, rischiando anche di capitolare nuovamente. Si va al riposo con gli imolesi meritatamente in vantaggio.

Inizio del secondo tempo completamente diverso rispetto alla prima frazione: Aposa all’arrembaggio, e solo la bravura dell’estremo difensore di casa impedisce ai ragazzi di mr. Dalena di trovare il pareggio. Il fato sorride invece alla Young Line, che al decimo si scrolla di dosso la passività della prima fase trovando il raddoppio, fortemente contestato dagli ospiti, che lamentano una carica sul portiere nell’occasione. Forte del 2 a 0 la squadra imolese ritrova energia e la partita scivola verso il canovaccio della prima frazione, con i ragazzi di mr. Dalena che si riaffidano alle giocate in contropiede. Ad andare in gol sono però ancora i padroni di casa. Chi si aspetta il crollo verdenero viene però smentito, l’Aposa si riversa con ancora più veemenza in avanti, e finalmente buca la porta locale con Marchi. I bolognesi potrebbero subito accorciare, ma l’insuperabile portiere imolese non abbassa la guardia e la Young Line, in contropiede, cala il poker. Nei minuti finali l’Aposa ci prova ancora, usando anche il portiere di movimento, ma arriva solo il primo gol stagionale di Ciccarelli.

Il commento

Roberto Croci guarda il bicchiere mezzo pieno: “Abbiamo perso, giocando però una buona gara, in casa di una società con più mezzi ed ambizioni rispetto a noi. Con un po’ di fortuna il risultato poteva anche essere diverso, ma complimenti alla Young Line, squadra con tanti giovani, sicuramente un modello”:

Leave a Reply