Serie C1: Aposa – Bagnolo 2-7

Seconda sconfitta consecutiva per l’Aposa che dopo aver perso in casa della capolista Sabato scorso, perde oggi in casa contro la seconda della classe Bagnolo. Dopo un buon primo tempo, che i bolognesi chiudono avanti per 2 a 1, la ripresa vede in campo solo il Bagnolo che dilaga trascinata da un Salerno dirompente. Prossimo impegno per l’Aposa Sabato 31 Gennaio in trasferta a Castel San Pietro Terme contro l’Ass. Club.

APOSA: Meliadò (cap), Gargiuolo, Dellapè, Corradin, Bellucci, Stanghellini, Sernesi, Parmeggiani, Ruffo, Dune, Righi. All. Orlando

BAGNOLO: Prodi (cap), Ciriani, Di Norcia, Marzano, Giardino, Muto, Salerno, Senese, Castellini, Rainone, Massaro, Vangone. All. Malservisi.

MARCATORI: 21° p.t. Sernesi(A) 24° p.t. Rainone(B) 30° p.t. Dune(A) 5°, 7° e 12° s.t. Salerno(B) 17° e 24° s.t.Massaro(B) 25° s.t. Ciriani(B)

AMMONITI: Dellapè, Righi, Sernesi e Stanghellini per l’Aposa; Rainone e Salerno per il Bagnolo

La seconda giornata di ritorno vede difronte alla palestra Corticella di Bologna l’Aposa e il Bagnolo. I bolognesi cercano la vittoria per non perdere il contatto con la zona play off, mentre gli ospiti vogliono mantenere vive le speranze di successo finale.

L’inizio di partita vede gli ospiti prendere in mano il comando delle operazioni, ma senza rendersi mai veramente pericolosi, se non con un tiro dalla distanza di Salerno, e per un’imbucata in profondità per Senese, ma in entrambe le occasioni Meliadò è attento. L’Aposa è guardinga in difesa e non lascia troppe occasioni agli avversari, ed anzi al 21° a sorpresa passa in vantaggio: punizione di Dellapè per Sernesi che dalla sinistra scocca un gran tiro che si infila nel sette opposto. La reazione del Bagnolo è immediata, e se al 22° Meliadò respinge la conclusione di Salerno, al 24° nulla può sulla deviazione ravvicinata di Rainone su assist di Salerno dalla sinistra. Al 30° Bellucci prova la conclusione, la palla trova sulla sua traiettoria Dune che devia alle spalle di Prodi, e così l’Aposa chiude in vantaggio la prima frazione di gioco.

La ripresa si apre con un Bagnolo determinato e grintoso che nei primi due minuti costringe Meliadò a 3 prodezze degne di nota su Muto, Salerno e Giardino. Al 5° il Bagnolo trova il pareggio con un tiro di Salerno, il quale regala anche il vantaggio alla sua squadra due minuti più tardi dopo una triangolazione con Muto. La reazione dell’Aposa è tutta nella conclusione dalla distanza di Dellapè che scheggia l’incrocio dei pali, e sarà questo l’unico tiro bolognese verso la porta avversaria nella ripresa. Al 12°, con un’altra triangolazione in contropiede, questa volta con Rainone, Salerno realizza il gol del 4 a 2, e la sua personale tripletta. La doppietta del giovane Massaro, classe 1996, e il gol nel finale di Ciriani, portano il risultato in favore del Bagnolo sul 7 a 2. Al 26° Meliadò atterra in area Marzano ed è calcio di rigore per gli ospiti, ma Meliadò respinge la conclusione dal dischetto dello stesso Marzano. Finisce dunque 7 a 2 in favore del Bagnolo.

Un buon primo tempo non basta all’Aposa per evitare la sconfitta contro il forte Bagnolo, guidato da un inarrestabile Salerno. Nella ripresa per i bagnolesi però è davvero tutto troppo facile, agevolati da un’Aposa remissiva e irriconoscibile da quella della prima frazione di gioco. Non servono alcune assenze in casa bolognese per  giustificare un secondo tempo disastroso. Dopo due sconfitte, seppur contro le prime della classifica, occorre una reazione già dal prossimo sabato quando la formazione felsinea andrà a far visita all’Ass. Club a Castel San Pietro Terme.

Leave a Reply