Una battaglia che vale tre punti!

Terza vittoria consecutiva in campionato per l’Aposa, che supera in casa il Cotignola, formazione di caratura da anni presenza fissa ai playoff. Successo importante e sofferto, in una giornata in cui i verdeneri erano anche privi del mister Milani.

Serie C2 – iii giornata, 6 ottobre 2012

Aposa FCD Vs Cotignola: 3 – 2 (p.t. 2 – 0)

Aposa FCD: Bassini, Carpino, Ciccarelli, Ruffo, Gentilezza, Dellapé, Bamkallari, Improta, Marchi (cap.), Pozzi, Bassoli, Ghinato. All. sig. Croci

Marcatori: Pozzi, Ciccarelli, Improta

La cronaca

Partita di cartello al PalaShakespeare di Corticella dove arriva il Cotignola, formazione storica del futsal regionale, a punteggio pieno in campionato dopo due giornate. Aposa che cambia alcuni dei propri effettivi dopo il successo in Coppa Emilia di martedì e che, soprattutto, deve rinunciare a mister Milani, assente per motivi personali. Lo sostituisce in panchina il d.g. Roberto Croci.

L’inizio è tutto di marca bolognese, con Pozzi che concretizza dopo una manciata di minuti la prima occasione disponibile su buon passaggio di Dellapé. Il forcing verdenero non cala e giunge anche il raddoppio grazie a Ciccarelli ben servito da Pozzi. Sotto di due reti si vedono i romagnoli, contenuti tuttiavia da una attenta difesa Aposa che può contare anche su un Ghinato sempre vigile. I veri problemi, in verità, per i bolognesi, si palesano in attacco, dove a fronte di tante occasioni costruite, gli errori innanzi al portiere si sprecano. Si giunge così al riposo sul punteggio di 2 a 0.

La ripresa vede subito gli ospiti accorciare le distanze con una buona triangolazione che porta un proprio uomo ad uccellare un non impeccabile Ghinato sotto il gambe. Il match sale di intensità, l’Aposa appare in difficoltà, rischia in un paio di occasioni di subire il pareggio, ma riesce poi a trovare la terza marcatura in contropiede con Improta che prima spara addosso al portiere, ma poi recupera la sfera sulla ribattuta ed insacca a porta vuota. A circa venti minuti dal termine e con due reti di svantaggio gli ospiti tentano allora la carta del portiere in movimento. Difesa verdenera attentissima a coprire tutti gli spazi e Cotignola che fatica a trovare il pertugio giusto, fino a quando, con una buona palla scaricata velocemente sulla fascia sinistra e da lì al centro, imbucano l’uomo da solo davanti al portiere per l’azione che vale il 3 a 2. Paura fra i tifosi di fede locale sugli spalti, ma il fortino Aposa regge bene, ed anzi è Ciccarelli, con un tiro dalla lunga distanza, a sfiorare la rete. Il triplice fischio, dopo due lunghissimi minuti di recupero, consegna la vittoria ai padroni di casa.

Il commento

Soddisfatto a fine partita Roberto Croci, oggi in versione allenatore: “E’ difficile prendere in mano una squadra per una sola partita, nonostante le puntuali indicazioni di Andrea Milani. Sono molto contento sia per la vittoria, di sofferenza, contro un’ottima squadra, sia perché ho avuto modo di tastare il polso a un gruppo coeso, attento, con voglia di imparare e crescere. Se andiamo avanti in questa direzione la salvezza sarà sicuramente alla nostra portata”. Felice per la prima marcatura in campionato Vincenzo Ciccarelli, il quale sottolinea come fosse importante fare punti oggi: “Sabato prossimo ci aspetta una gara difficilissima in casa di una squadra (la Young Line, n.d.r.) che punta alla vittoria del campionato. Andarci con 9 punti in classifica ci dà sicuramente più serenità”.

Leave a Reply