Weekend in chiaroscuro per l’Aposa!!!

E’ stato quello appena trascorso, un weekend che ha visto la prima squadra battere in rimonta il Futsal Castello per 2 a 1, e conquistare così i tre punti necessari per assicurarsi la salvezza matematica, mentre la formazione juniores pareggiando 4 a 4 con la Virtus Cibeno, si è vista negare l’accesso ai quarti di finale. Se la stagione della juniores finisce con questo pareggio, la prima squadra tornerà invece in campo sabato 21 Marzo in casa contro il Real Casalgrandese, nel recupero della quarta giornata di ritorno, non disputata a causa della nevicata che ha colpito l’Emilia Romagna.

APOSA – FUTSAL CASTELLO:

Primo tempo giocato a ritmi molto bassi con poco gioco da ambo le parti. L’Aposa sta in campo con il baricentro basso e molto gioco orizzontale senza profonditá; un po’ meglio il Castello (2-1 per loro le occasioni) che trova il vantaggio sul finire della prima frazione di gioco, grazie ad una palla rubata a metá campo. I primi 10 minuti del secondo tempo sono la fotocopia del primo, poi Aposa alza la difesa e l’agonismo senza però trovare la porta. Solo a 5′ dalla fine con Marchi portiere di movimento Dellapè pareggia sul secondo palo ed al 31′, in pieno recupero, Improta sigilla una vittoria sudata con un tiro che si infila nel sette della porta avversaria. Tre punti d’oro che consegnano la salvezza matematica alla formazione bolognese.

APOSA – VIRTUS CIBENO

Parte tonico il Cibeno che si rende pericoloso al 3° e al 7° ma trova un Attanasio pronto. L’Aposa alza la pressione e 2 conclusioni di Ruffo al 9′ riportano equilibrio nei tentativi da rete. Il Cibeno si porta in vantaggio al 17° su contropiede ed ha un’altra occasione in ripartenza al 19° che non sfrutta a dovere. Ne approfittano i bolognesi che trovano il pareggio con Mattioli al 21° seguito da un palo di Alimena (ormai abbonato ai legni) al 22°. L’Aposa cresce e trova il break con Leonardo Marcuz al 24° e Baptista al 27°, poi i bolognesi si complicano la vita con i falli regalando al 32° con un’ingenuitá a trequarti campo il tiro libero del 3-2 alla formazione carpigiana. Inizio ripresa di marca Cibeno con 2 occasioni al 3° e al 4°. Partita che si alza di tono e Ruffo pareggia i conti delle occasioni al 5° e all’8°. Pareggio Virtus al 13° su azione personale. Il 21° è un minuto di fuoco: prima il 4-3 di Marcuz, poi, senza avere nemmeno il tempo di esultare arriva il pareggio del Cibeno, propiziato da una disattenzione difensiva della formazione di casa. Pressing finale dei bolognesi con il Cibeno che arriva a 5 falli senza però sprecare il bonus. Neanche Fantini portiere di movimento gli ultimi 2 minuti consente una vittoria necessaria e cercata contro un’avversario ostico. Bella partita, intensa, e giocata con il giusto carattere dai ragazzi bolognesi, che escono così a testa alta dalla competizione.

Leave a Reply