La sconfitta più netta nelle 10 stagioni di storia verde-nera ha più l’immagine del pugile al primo incontro messo alle corde dal peso massimo padrone del ring.
Pro Patria in spolvero, il nuovo innesto Salerno prende il timone di un equipaggio fatto di tecnica, rapidità e personalità nonostante tre assenze di peso per squalifica (Drago, Straface e Quaquarelli). Aposa, che in assenza di Gaglio ancora ai box schiera Cortés ad un’ora dal primo contatto col gruppo, con approccio dimesso, che toglie dal campo l’unica vera arma a disposizione per contrastare la qualitá dei padroni di casa: la convinzione.
Rimane aperta la prima frazione sbloccata da un siluro di El Madi, Aposa è ancora viva ma non finalizza, un’incertezza difensiva ed una bella azione corale chiuse ancora da un incontenibile El Madi creano il primo break giallo-rosso prima del riposo.
Ripresa senza storia: verde-neri incapaci di reagire e gli uomini di Greco continuano a spingere concedendosi leziosità tecniche e scambi di intesa da scrimmage pre-campionato conclusi facilmente a rete.
Onore ad un avversario di assoluto valore, Aposa che in settimana dovrà guardarsi negli occhi per ritrovare orgoglio e convinzione di non essere questa, condizioni imprescindibili.

Pro Patria San Felice – Aposa Fcd 10-0 (p.t. 3-0)

Aposa: Di Bitonto, D’Alessandro, Maizi, Procaccini, Aprile (cap.), Compagnoni, Mattioli, Rossi, Cherroud, Nicolai, Zaccone, Revert Cortés.
All. Tirelli – De Matteis.
Marcatori:
⚽️⚽️⚽️⚽️⚽️ El Madi (PP)
⚽️ Halitjaha (PP)
⚽️ Radesco (PP)
⚽️ Marzano (PP)
⚽️ Pellegrino (PP)
⚽️ autorete

A.s.d. Aposa Fcd

Leave a comment