LA “RESA” DEI CONTI

“Vincere è l’unica cosa che conta”, per i piú pavidi “non perdere é l’unica cosa che conta”, non siamo d’accordo: come vinci (e come perdi) è l’unica cosa che conta davvero.
La resa nello scontro diretto col Bagnolo emblema di come non deve maturare una sconfitta per puntare su equilibrio e continuità di prestazione.
Forse a tendere la trappola mentale il vantaggio siglato da Conti quando ancora il fischio d’inizio non si era consumato: da quel momento un’Aposa confusa, nervosa e prevedibile non prende il controllo del campo, senza a dire il vero incontrare nel primo tempo un avversario con atteggiamento diverso e andando al riposo in vantaggio grazie a Macchia.
L’epilogo nella ripresa, in cui l’impatto mentale non cambia. Anzi dopo l’espulsione di Conti per doppia ammonizione cresce il nervosismo tra i verde-neri, il dialogo prende il sopravvento sul gioco in campo e panchina, consentendo ai reggiani di dilagare e vincere con merito, con gli uomini di Castellani incapaci di capitalizzare le occasioni per riaggrapparsi alla gara.

Aposa Fcd – Bagnolo calcio a 5 2-7
(p.t. 2-1)

Aposa: Cristillo, Di Bitonto, Maizi, Nicolai, Conti, Magliocca, Macchia, Passarelli, Toschi, Pozzi (Cap.), Baraccani, Giagnorio.
All. Castellani – Margiotta
Marcatore Aposa:
⚽ Conti
⚽ Macchia

A.s.d. Aposa Fcd

Leave a comment