LA SIRENA SUONA PER APOSA

É un tiro fulmineo di Maizi all’incrocio dei pali ad una manciata di secondi dalla sirena a regalare un’inaspettata vittoria al termine di una gara che a meno di 5′ dal termine sembrava compromessa.
Fortunoso il vantaggio verde-nero su autorete che coglie il portiere avversario fuori dai pali, ma il pareggio é nell’aria e non tarda ad arrivare. Il Pro Patria fa dello spessore tecnico il suo punto di forza ed il valore emerge nella conduzione del gioco che porta al vantaggio. Ma i ragazzi di Castellani, al rientro dopo due settimane di assenza per motivi professionali, si dimostrano squadra compatta e Baraccani impatta prima del riposo.
Inizio ripresa in mano ai padroni di casa, che creano subito il break ed allungano a 10′ dal termine, complice un’Aposa che allenta l’azione difensiva e pareggia i conti con la dea bendata con una sfortunata deviazione che mette fuori causa Cristillo.
Proprio quando l’inerzia della gara sembrava irreversibile i bolognesi affilano le unghie, alzano la pressione a tutto campo ed un fallo di mano sulla linea di porta manda Baraccani sul dischetto ad accorciare le distanze. L’ex Passarelli e Maizi in 2 minuti completano la trama del thriller, portando 3 punti vitali nella lotta salvezza.

Pro Patria San Felice – Aposa Fcd 4-5
(p.t. 2-2)

Aposa: Cristillo, Jowkar, Maizi, Nicolai, Pozzi (cap.), Baraccani, Mattioli, Macchia, Passarelli, Toschi, Improta, Magliocca.
All. Castellani – Croci
Marcatori Aposa:
⚽⚽ Baraccani
⚽ Passarelli
⚽ Maizi
⚽ Autorete

A.s.d. Aposa Fcd

Leave a comment