MESTRE RIBADISCE LA VETTA

 

Dopo la visita dello Sporting Altamarca la seconda uscita casalinga del 2020 non riserva un destino diverso per i verde-neri, sconfitta nettamente per mano di un’altra corazzata veneta in una gara senza appelli né rimpianti. Troppa la superiorità fisica e tecnica degli “arancioni” per un’Aposa priva dell’asse difensivo Di Bitonto – Pozzi (un turno di stop per squalifica), sostituiti il primo dalla coppia di esordienti Jowkar-Gambetti (portiere under 19 classe 2000), il secondo dal neo-acquisto Giagnorio nell’insolito ruolo di centrale.
L’inizio deciso di Mestre incontra timore ed insicurezza dei bolognesi in formazione poco rodata, portando giá nei primi minuti il doppio svantaggio. La reazione difensiva tarda ad arrivare, le distanze in marcatura lasciano ampi spazi a chi sa utilizzarli ed il primo tempo si chiude con il sigillo del 4-0.
La trama non cambia ad inizio ripresa e gli ospiti prendono il largo senza mostrare cali di tensione, prima del moto d’orgoglio dei verde-neri, che alzano la pressione, mostrando scampoli di gioco e di vita ed accorciando con le due note positive in campo Passarelli ed Improta.

Aposa Fcd – Campello Motors Mestre 2-8
(p.t. 0-4)

Aposa: Jowkar, Gambetti, Maizi, Nicolai, Conti, Baraccani, Mattioli, Macchia, Passarelli, Toschi, Improta (Cap.), Magliocca.
All. Castellani – Margiotta
Marcatori Aposa:
⚽️ Passarelli
⚽️ Improta

A.s.d. Aposa Fcd

Leave a comment