Serie C1: Fidenza – Aposa 8-4

È una delusione senza fine quest’Aposa che anche contro l’ultima in classifica fa’ una pessima figura perdendo 8 a 4. Primo tempo piuttosto equilibrato che si chiude sul 2 a 1 per i padroni di casa, poi cala la notte in casa bolognese e il Fidenza dilaga. Punteggio severo ma giusto! Aposa, bisogna svegliarsi!!!

FIDENZA: Caravaggi, Di Spirito, Tinelli, Marazzi, Agazzi, Dall’Aglio, Tinelli M, Pedagni, Rabizzoni, Faimali, Colicchia, Bruzzi. All. Nazzaro

APOSA: Meliadò, Dellapè, Marzola, Corradin, Bassoli, Bellucci, Sernesi, Marchi, Ruffo, Righi, Fantini. All. Orlando

MARCATORI: 6° p.t. Bellucci (A) 9° p.t. Rabizzoni (F) 31° p.t. Agazzi(F) 2° s.t. Dall’Aglio (A) 4° s.t. Bellucci (A) 6° s.t. Di Spirito (F) 7° e 19° s.t. Tinelli (F) 26° s.t. Marchi(A) 30° s.t. Dall’Aglio(F) 31° s.t. Tinelli(F) 32° s.t. Marzola(A)

Un’altra sfida di bassa classifica per l’Aposa che questa volta è ospite del fanalino di coda Fidenza. La formazione cerca i punti che chiuderebbero per lei definitivamente il discorso salvezza; vincendo infatti l’Aposa si garantirebbe matematicamente la permanenza nella massima serie regionale.

Inizia bene per la formazione di Via Irnerio che al 6° minuto trova il vantaggio con una bella azione di Bellucci che salta difensore e portiere e mette in rete. Passano solo tre minuti e i padroni di casa trovano il pareggio con una girata dal limite dell’area di Rabizzoni. La partita vive di un sostanziale equilibrio per tutta la prima frazione di gioco, ma a romperlo è Agazzi che all’ultimo secondo al volo mette la palla alle spalle di Meliadò. Si va al riposo con il Fidenza in vantaggio per 2 a 1.

Il Fidenza comincia bene la ripresa trovando il terzo gol con Dall’Aglio, ma l’Aposa sembra poter rimanere nel match grazie al gol caparbio di Bellucci che riduce le distanze. La luce però si spegne in casa bolognese e il Fidenza dilaga. Prima è Di Spirito direttamente da calcio di punizione a trovare la via del gol, poi è Tinelli a ribadire in gol una respinta di Meliadò sul calcio di punizione di Di Spirito. La formazione bolognese, sotto di tre gol, dal 17° prova ad utilizzare Marchi come portiere di movimento, ma al 19° è il Fidenza ad andare ancora in gol su tiro libero battuto da Tinelli. Marchi accorcia le distanze al 26°, ma non basta perchè Dall’Aglio e Tinelli portano a 8 le segnature del Fidenza. Allo scadere Marzola accorcia le distanze segnando il quarto gol per l’Aposa. Finisce 8 a 4 per il Fidenza , e la salvezza per l’Aposa è ancora lontana visto che proprio la squadra piacentina è ora a -7 dai bolognesi con ancora quattro partite da giocare.

Una bruttissima Aposa, soprattutto nella ripresa, a tratti imbarazzante, priva di idee ma soprattutto priva di carattere e voglia. E’ tanto tempo che si chiede una scossa a questi giocatori che a Dicembre parlavano di play  off, ed oggi non riescono a conquistare quei punti che garantirebbero la salvezza matematica. Tutt’altro invece l’atteggiamento del Fidenza che ha messo in campo grinta e voglia di vincere, ed ha conquistato una meritatissima vittoria. Prossimo impegno per i bolognesi sabato 14 marzo in casa contro il Castello. Riusciremo a conquistare quei tre punti che ci garantirebbero la matematica salvezza?

Leave a comment