Società

logo_aposa

APOSA FCD CALCIO A 5 BOlOGNA

Fondata nell’agosto 2011, prende il nome dall’unico corso d’acqua che naturalmente attraversa Bologna, il torrente Aposa, così chiamato, narra la leggenda, dall’etrusco Fero in onore dell’amata gallica, in esso annegata nel tentativo di raggiungere il suo amante.
Un nome, in breve, che racchiude tutta Bologna, fra storia, tradizioni e un aneddoto tragico che già racconta della nostra città come punto di incontro, anticipando di secoli l’epopea universitaria cui il nostro progetto sportivo, fortemente incentrato sui giovani, si ispira, per l’unica società di calcio a cinque del centro cittadino.

Fabio Cosenza

presidente aposa fcd

Classe 1983, Notaio con uffici a Sasso Marconi e Castel Maggiore, attività sparse - di famiglia e per proprio spunto - fra old (immobiliare) e new (fintech) economy, alla guida di APOSA FCD ininterrottamente fin dalla fondazione.

Per dirla alla Giorgio Faletti in "Tre tempi e due atti", fa il presidente nel (modestissimo) tempo sottratto al lavoro "Un poco per prestigio, un poco per ostinazione, un poco per emulazione" (cit.), e se deve indicare un modello fa il nome di Domenico Luzzara con la sua Cremonese.

Di casa in qualche isola greca, quando capita di passaggio nei salotti di alcune capitali europee (soprattutto ad est) e con tanti amici (e anche molte amiche) sparsi per il mondo ripete sempre che la sua dimensione è la bassa emiliana. In Aposa ha provato a mettere un po' di sé, come finirà lo può dire solo il campo.

Contatti